La webmap riporta sentieri dedicati alla mobilità dolce. Essa si offre principalmente agli escursionisti con zaino in spalla, ma anche ai ciclo-escursionisti ed agli amanti dell’andare a cavallo. Attesa la grande estensione del territorio siciliano, il numero di sentieri ivi riportati è in continua crescita e lo sarà per tantissimi anni, ma essa è già sin d’ora disponibile per la fruizione.

Indispensabile per la sicurezza degli escursionisti è conoscere la difficoltà del sentiero che, in base alla metodica fissata dal Club Alpino italiano si distingue in:

T          Itinerario di ambito locale e di lunghezza limitata, che si svolge nelle immediate vicinanze di paesi e località turistiche, privo di difficoltà tecniche.

E         Sentiero di lunghezza media o elevata, con dislivelli anche rilevanti ma privo di difficoltà tecniche che, svolgendosi a distanza dal punto base, richiede un’attrezzatura e un abbigliamento adeguato.

EE       Sentiero di lunghezza media o elevata, con dislivelli anche rilevanti, che si svolge tutto o in parte lungo tracce appena visibili o inesistenti, con difficoltà dovute al fondo irregolare e che, svolgendosi a distanza dal punto base, richiede un’attrezzatura e un abbigliamento adeguato.

EEA    Itinerario per escursionisti esperti che richiede l’utilizzo di attrezzature specifiche per procedere in sicurezza.

PERCORSI DELLA MOBILITA’ DOLCE – Itinerari cicloturistici  (a cura di C.P.C. –  FIAB)

Un nuovo segmento molto in espansione negli ultimi anni per esplorare e vivere il territorio siciliano è quello del cicloturismo. Il clima ideale, che permette di svolgere attività outdoor per gran parte dell’anno, ed una varietà morfologica e paesaggistica senza uguali, fa’ della Sicilia la meta preferita di gruppi di appassionati, provenienti anche dall’estero, che condividono il piacere di percorrere in bici anche grandi distanze, andando piano e approfittando di aspetti particolari del territorio che normalmente sfuggono al turismo “di massa”.

Ed è proprio con lo spirito di condividere il piacere dell’escursione cicloturistica in Sicilia che FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) attraverso le associazioni presenti su tutto il territorio siciliano correda, con i suoi percorsi per la mobilità dolce, la webmap interattiva qui presentata, redatta in collaborazione con il C.A.I., Associazioni ambientaliste, appassionati di trekking e outdoor, allo scopo di far conoscere luoghi e realtà per certi versi insoliti e comunque non sempre noti. Sono i percorsi a basso traffico veicolare che sfruttano, ove possibile, vecchie ferrovie a scartamento ridotto di cui ormai non resta più traccia, tranne che per la presenza delle stazioni e delle gallerie. Per dirla in breve: il cicloturismo è l’espressione massima di libertà; un’esperienza unica che chiunque usi la bicicletta per i suoi spostamenti debba fare almeno una volta e di cui non potrà più fare a meno.

Dalla webmap – che in questa fase raccoglierà gli “Itinerari Cicloturistici nell’Alto Belice Corleonese”, prodotti nello specifico dall’associazione Fiab Palermo Ciclabile –  è possibile ricavare informazioni sintetiche sul percorso, sul suo grado di difficoltà (tabella 1) espresso con simboli intuitivi in relazione al grado di preparazione atletica richiesta al cicloturista, schede dettagliate sulle caratteristiche del percorso, sul profilo altimetrico, così come sulle condizioni del manto stradale (tabella 2) che, molte volte dissestato, deve essere tale da garantire al ciclista una percorrenza in sicurezza. A tal proposito,, è anche possibile scaricare la classificazione e abaco degli stati di fatto  che aiuterà il lettore nella disamina dei tratti ciclabili rappresentati.

La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, promotrice di “Albergabici”, raccoglie strutture su tutto il territorio nazionale e offre servizi mirati ai ciclisti.

Essendo, questa mappa, una rappresentazione geografica divulgativa, unicamente tesa a dare al lettore un primo orientamento sugli aspetti di pregio e risorse outdoor a vario titolo sparse sul territorio, essa non può considerarsi come esaustiva e aggiornata di tutti gli aspetti naturalistici, culturali e di fruizione presenti nella nostra Isola. Non deve quindi, essere considerata come sostitutiva di una mappa specificatamente concepita per l’orientamento outdoor né costituire l’unico elemento per la programmazione e conduzione di un’attività all’aperto. Il ricorso al parere di un amico esperto, di una guida abilitata o ai servizi di un’Associazione di settore, rimangono sempre gli unici e insostituibili elementi per un’escursione in sicurezza.

Per informazioni sulle ciclovie di Sicilia, sulle attività cicloturistiche, sui programmi e sui Servizi per la mobilità dolce in Sicilia, è possibile fare riferimento ai seguenti contatti:

FIAB Palermohttps://fiabpalermo.altervista.org/ – email: biketrek.fiabpa@gmail.com    – Facebook/Instagram:  @fiabpabiketrek – Cell: 388 868 0742

TEMI DELLA CARTA E NOTE PER IL LETTORE

I dati rappresentati nella webmap dei sentieri e della mobilità dolce, sono relativi alla sentieristica e ai percorsi cicloturistici che si snodano principalmente in aree protette o in zone ad elevata valenza paesaggistica. Per affinità di interesse e per dare maggiore risalto all’enorme patrimonio naturalistico della Sicilia abbiamo voluto rappresentare, a corredo della realizzazione, anche oltre 1500 punti di interesse naturalistico ed escursionistico sparsi nell’isola. Benchè ancora in fase di verifica e aggiornamento, questo tematismo illustra l’ubicazione di alberi monumentali, aree di sosta attrezzate,  bivacchi,   rifugi nonchè punti di interesse geologico,  botanico, faunistico, monumentale e punti di segnalazione per sentieri e tracce.

Per accedere alle informazioni più importanti sugli elementi tematici della mappa (siano essi punti, linee o poligoni) è possibile attivare un “popup” informativo facendo click su di essi. Nello stesso popup potrete trovare link aggiuntivi che vi rimanderanno ad eventuali schede di corredo, files GPX, foto o link esterni.

Relativamente agli aspetti attinenti all’impegno fisico di percorrenza degli itinerari di lunga percorrenza, oltre alle considerazioni descrittive che troverete tra le informazioni disponibili per ogni tappa, abbiamo voluto esplicitare anche l’Indice I.B.P. (Intelligent Benchmark Prediction). in questa fase esplicitato in mppa solo per i Cammini, questo parametro, da noi calcolato ipotizzando un camminatore in condizioni fisiche “medie”, fornisce una stima meno soggettiva della difficoltà delle varie tappe, secondo aspetti topografici e plano-altimetrici che tengono conto della lunghezza, del gradiente altimetrico, del guadagno in discesa/salita, etc…

La “difficoltà” intesa come impegno fisico, può essere così desunta secondo la tabella che segue. Per informazioni Vi invitiamo a consultare la pagina di riferimento del gruppo di lavoro.

Per quel che riguarda le mappe di sfondo alle tematizzazioni dei sentieri, è possibile utilizzare quelle disponibili in “Galleria” oppure scegliere quelle che troverete disponibili su ArcGIS Online, attivabili attraverso il tool di importazione dati.

Si coglie l’occasione, infine, per segnalare che, per il continuo apporto di dati e per la loro revisione (anche in termini di correttezza posizionale), decisivi sono i contributi che Enti Gestori di aree protette, Associazioni ed esperti stanno conferendo al progetto o che vorranno farlo in futuro; approfittiamo di questa pagina per ringraziare della collaborazione tecnica prestata oltre che dal C.A.I. Sicilia e dalla F.I.A.B. Sicilia anche di Legambiente, WWF, Italia Nostra, Rangers d’Italia e delle Associazioni ed esperti e appassionati che gravitano attorno ai Cammini di lunga percorrenza siciliani.

Dai il tuo contributo

Contribuisci al Geoportale dell’Osservatorio Turistico della Regione Sicilia inviando nuovi dati.

Pubblicato il 8 Maggio 2020

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

Ultime News